Vuoi acquistare una pompa di calore per la tua casa? Controlla il COP!

Perchè è importante il coefficiente COP?

Per avere il massimo benessere dentro casa sono importanti alcuni fattori, tra cui la temperatura e l’umidità. La giusta differenza tra l’ambiente interno ed esterno permette di evitare malesseri come la secchezza alla gola. Diventa essenziale avere un sistema di riscaldamento in grado di mantenere la temperatura costante durante tutto l’anno. La pompa di calore è la perfetta risposta a questa esigenza: un unico dispositivo per climatizzare casa in inverno ed estate. Inoltre, abbinata ad un accumulo termico, può anche produrre l’acqua calda sanitaria. I vantaggi della pompa di calore non finiscono qui: assicura anche un notevole risparmio economico sui costi delle bollette. Per avere tutto ciò bisogna scegliere il modello giusto. Uno dei parametri da considerare è il Coefficiente di Prestazione (COP), un semplice numero che indica quanto è efficiente la macchina.

Da cosa dipende il COP?

Il punto di forza della pompa di calore è l’utilizzo di fonti rinnovabili per riscaldare. Il 75% del calore viene prodotto partendo da elementi naturali e gratuiti. Le più diffuse sono quelle che utilizzano l’aria mentre le più efficienti sono le geotermiche che prelevano il calore dal sottosuolo. La pompa di calore ha un ciclo di funzionamento simile a quello del frigorifero ma inverso. Estrae il calore dalle fonti esterne ad un edificio, lo trasforma all’interno del generatore e lo immette negli ambienti domestici. È un vero e proprio scambio termico tra due fonti di calore con temperature diverse. Il COP è il parametro che indica l’efficienza di questo scambio.

Quale valore per il COP?

Le odierne pompe di calore elettriche hanno un COP intorno a 5. Vuol dire che per ogni kW di energia elettrica consumato per funzionare, restituisce 5 kW di energia termica sotto forma di calore. La gran parte di questi kW termici sono generati dalla sorgente rinnovabile, questo spiega perché la pompa di calore riduce i costi in bolletta per il riscaldamento. Nel periodo estivo basterà invertire il ciclo di funzionamento per avere aria fresca in casa. Il calore viene prelevato dall’aria calda dentro casa e immesso all’esterno, in modo da abbassare la temperatura interna. È identico al ciclo del frigorifero. Anche per misurare l’efficienza del raffrescamento viene utilizzato un parametro numerico simile al COP, il EER. In questo caso il rapporto è tra i kW elettrici in ingresso e quelli di fresco generato. Ci sono poi altri fattori importanti da considerare prima di acquistare una pompa di calore, come i decibel che attestano la silenziosità del macchinario.

Qualora vogliate approfondire l’argomento, ho trovato molto interessante questo articolo sul coefficiente COP.